Afghanistan – While Kabul is freed, the Tālibān, welcomed with no people’s resistance, put an end to the international occupation

Pending the proclamation of the Islamic Emirate The jihād white flag with the Kalima is waving now over the Presidential Palace. Like the Americans, former President Ashrāf Ghani fled while peoples welcome the liberators. All the Western countries governments and NATO are embarrassed by the bitter defeat. Even the UN babbles words of peace, forgetting […]


Read more →

Afghanistan – Liberata Kabul, i Tālibān, accolti senza resistenza dalla popolazione, pongono fine all’occupazione internazionale

In attesa della proclamazione dell’Emirato Islamico La bandiera bianca del jihād con la Kalima sventola ora sul Palazzo Presidenziale. Come già gli Americani, in fuga l’ex Presidente Ashrāf Ghani, mentre la popolazione accoglie i liberatori. In imbarazzo tutti i governi dei Paesi dell’Occidente e la NATO per la cocente sconfitta. Anche l’ONU balbetta parole di […]


Read more →

THE HUMAN FRATERNITY: DIALOGUE IN DIVERSITY VERSUS COSMOPOLITANISM

By Glauco D’Agostino Abstract: In times of pandemic, the ideals of human fraternity seem to falter under the blows of old and new social intolerances. Pope Francis and the Grand Imām aṭ-Ṭayyib in the Human Fraternity Document warn about the danger of extremism and blind fundamentalism, but, as well, they cite the “vortex of atheistic […]


Read more →

IWA MONTHLY FOCUS

FRATERNITÀ UMANA: DIALOGO NELLA DIVERSITÀ VS. COSMOPOLITISMO di Glauco D’Agostino Sommario: In tempi di pandemia, gli ideali di fraternità umana sembrano vacillare sotto i colpi di vecchie e nuove intolleranze sociali. Papa Francesco e il Grande Imām aṭ-Ṭayyib nel Documento Fratellanza Umana ammoniscono sul pericolo dell’estremismo e del fondamentalismo cieco, ma non citano solo l’integralismo […]


Read more →

Cornwall – The G7 “fiesta”. Biden retraces the cold war and enforces it to a prone EU. A friend of mine: “Montjoie ! Saint Denis !”

The President “pacifist” starts his mandate in the name of contrasts. His motto is “against”. As worrying about the uncertain leadership of democracies in technological issues and the control of world trade, he relies on worn slogans of 80 years ago. Under the new. The latest gimmick: the New Atlantic Charter he signed along with […]


Read more →

ETHNIC IDENTITIES OF THE BLACK SEA PEOPLE: LIVING TOGETHER IN DIVERSITY

by Glauco D’Agostino This article was first published in “Geopolitica. Revistă de Geografie Politică, Geopolitică şi Geostrategie”, Anul XVII, nr. 78-79 (2 / 2019) “MAREA NEAGRĂ – STRATEGII 2020“, Editura “Top Form”, Asociaţia de Geopolitica Ion Conea, Bucureşti, 2019.  Abstract The issue presented here is a reflection on the complexity of communities living together on the […]


Read more →

IWA MONTHLY FOCUS

IDENTITÀ ETNICHE DEI POPOLI DEL MAR NERO: LA DIFFICILE CONVIVENZA NELLA DIVERSITÀ di Glauco D’Agostino Questo articolo è stato per primo pubblicato in Inglese da “Geopolitica. Revistă de Geografie Politică, Geopolitică şi Geostrategie“, Anul XVII, nr. 78-79 (2 / 2019) “MAREA NEAGRĂ – STRATEGII 2020“, Editura “Top Form”, Asociaţia de Geopolitica Ion Conea, Bucureşti, 2019. […]


Read more →

AFTER THE PANDEMIC: AN AWAKENING FROM IDEOLOGY TO REALITY?

Beijing does not propose a political model to export but points out a methodology to primacy in the world economic and geostrategic scene Glauco D’Agostino Abstract A virus has had the power to shake the global systemic trance, especially that of wealthy countries that were considered such by definition. A paradigm shift, a new way […]


Read more →

IWA MONTHLY FOCUS

DOPO LA PANDEMIA: UN RISVEGLIO DALL’IDEOLOGIA VERSO LA REALTÀ? Pechino non propone un modello politico da esportare, ma indica una metodologia per il primato sulla scena economica e geo-strategica mondiale di Glauco D’Agostino Abstract Un virus ha avuto il potere di scuotere la catalessi sistemica globale, soprattutto quella dei Paesi opulenti che si ritenevano tali […]


Read more →

Regno del Marocco – Paese cardine nel Maghreb per la Cina e le “Nuove Vie della Seta”

Il potere di attrazione del Regno `Alawita e la sua posizione geostrategica  Libera traduzione da: Le Point Afrique, 06/01/2022 Grazie alla sua posizione geostrategica, il Regno `Alawita si è posizionato come punto di ingresso per gli investimenti europei in Africa. Il Porto Tangeri Med è entrato nei primi 25 hub portuali del mondo ed è […]


Read more →

Kazakhstan – Putin: ingerenza straniera dietro i disordini. Toқaev: “Stiamo parlando di un tentativo di colpo di stato”

Wáng Yì: la Cina sostiene fermamente il Kazakhstan nel mantenimento della stabilità. Il Presidente russo afferma che l’Organizzazione del Trattato di Sicurezza Collettiva (CSTO) dovrebbe adottare misure per garantire il fallimento di qualsiasi futura interferenza nella regione Elaborazione da fonti: Shaun Walker, in The Guardian, Mon 10 Jan 2022, 10:59 GMT; Xinhua, January 10, 2022 Il […]


Read more →

Kazakhstan – Disordini: stato di emergenza nazionale dopo che il Presidente Toқaev ha destituito il governo e assunto l’incarico di Presidente del Consiglio di Sicurezza

Un’alleanza guidata dalla Russia invia truppe dopo che il Presidente aveva chiesto l’aiuto di forze armate da Paesi post-sovietici. Il possibile impatto economico dei disordini sul confinante Kyrgyzstan, visto che le strade per la Russia passano oggi solo attraverso il Kazakhstan Elaborazione da fonti: Ivan Nechepurenko, Valerie Hopkins and Andrew E. Kramer, in The New […]


Read more →

Siria – Terrorismo: il raid aereo israeliano sul Porto di Latakia ha causato “significativi danni materiali”

Elaborazione da fonti: Al Jazeera, 28 Dec 2021; Agence France-Presse in Beirut, 28 Dec 2021, 12.44 GMT Un raid aereo israeliano ha colpito ancora una volta il porto siriano di Latakia prima dell’alba di martedì, innescando un incendio che ha illuminato il lungomare mediterraneo e causato “significativi danni materiali”, secondo quanto riportato dai media statali […]


Read more →

Tunisia – L’Unione Europea ha abbandonato le istituzioni democratiche?

La crisi democratica della Tunisia riflette anche l’impegno debole e frammentato dell’UE nei confronti del Paese. L’UE dovrebbe incoraggiare il ritorno alla democrazia alleviando le difficoltà economiche della Tunisia Spesso democrazia e geo-politica non vanno di pari passo, anzi. La valutazione delle istituzioni di un Paese dipende da chi quel giudizio formula. La Tunisia è […]


Read more →

Gambia – 4 dicembre 2021: elezioni presidenziali


Read more →

Libano-Arabia Saudita – Perché Riyāḍ è turbata e considera “inutile” avere relazioni con Beirut

Un datato commento televisivo sulla guerra in Yemen del nuovo Ministro libanese dell’Informazione intensifica la crisi tra i due Paesi Islamic World Analyzes, in un’ottica di informazione e comprensione degli avvenimenti, offre ai suoi lettori alcune riflessioni sulla complicata situazione in Libano e sui rapporti attuali con l’Arabia Saudita. La prima è un’intervista di Roberta […]


Read more →

Uzbekistan – 24 ottobre 2021: elezioni presidenziali


Read more →

Libano – 27 marzo 2022: elezioni legislative


Read more →

Iraq – Muqtadā aṣ-Ṣadr vincitore delle elezioni parlamentari

Elaborazione da fonti: Shafaq News, 2021-10-12, 00:12; Al Jazeera, 11 Oct 2021; Evidence in Governance and Politics (EGAP), October 4, 2021 Secondo i primi risultati, la coalizione elettorale nazionalista del leader religioso musulmano sciita Muqtadā aṣ-Ṣadr [foto sopra] è la vincitrice delle elezioni parlamentari iraqene, aumentando il numero di seggi e la sua influenza nella […]


Read more →

Guantánamo Bay – Non basta chiuderla. È tempo di fare i conti con la tortura

di Noha Aboueldahab* Libera traduzione da: Foreign Policy, September 15th, 2021,3:10 PM L’articolo originale in lingua inglese è disponibile clickando sul link indicato sopra. Le immagini relative a questa traduzione sono una scelta di Islamic World Analyzes. Il 20° anniversario dell’11 settembre sarà presto seguito dal 20° anniversario di una delle conseguenti risposte più brutali: […]


Read more →

Tunisia – Il Presidente Saïed nomina Najlā’ Būdan Ramaḍān Primo Ministro nella veste di assistente del Presidente

Saïed, che ha congelato il Parlamento, ha anche sospeso gran parte della Costituzione, proponendo di modificarla per eliminare del tutto la struttura parlamentare di Erin Clare Brown* Libera traduzione da: The National, September 29th, 2021, 5:48 PM Il Presidente tunisino Kaïs Saïed ha nominato mercoledì Najlā’ Būdan Ramaḍān [foto sopra, N.d.T.] suo nuovo Primo Ministro, […]


Read more →