Sud Sudan – Smascherate le fortune accumulate da alte cariche dello Stato durante la guerra civile

La denuncia di The Sentry, l’unità investigativa fondata da George Clooney

di Conor Gaffey*

George Clooney e Don Cheadle in conferenza-stampa

Libera traduzione da: Newsweek, 9/12/16, 11:57 AM

I leader politici e militari del Sud Sudan hanno accumulato vaste fortune e ricchezze personali durante la guerra civile che dura da due anni e mezzo, secondo un rapporto di un’unità investigativa co-fondata dall’attore di Hollywood George Clooney [assieme, tra gli altri, a Brad Pitt, Matt Damon e Don Cheadle, N.d.T.].

Un rapporto pubblicato lunedì da The Sentry [“La Sentinella”, N.d.T.] ha scoperto che funzionari di alto livello di entrambe le parti coinvolte nel conflitto hanno approfittato della crisi in corso, che ha lasciato parti del Paese sull’orlo della carestia. Secondo il rapporto, anche membri della famiglia del Presidente del Sud Sudan, Salva Kiir, sono stati coinvolti in transazioni commerciali vietate, mentre aziende straniere hanno effettuato cospicui pagamenti in conti bancari appartenenti a generali di alto rango delle Forze Armate del Paese.

The Sentry è un partenariato tra la fondazione Not On Our Watch di Clooney, il Progetto Enough, che cerca giustizia contro coloro che commettono genocidi, e l’organizzazione no-profit C4ADS [abbreviazione del “Center for Advanced Defense Studies”, N.d.T.], che si occupa di analisi del conflitto globale basate su dati.

Il Sud Sudan ottenne l’indipendenza nel 2011 in un referendum seguito ad un’aspra guerra decennale tra fazioni rivali nel nord e nel sud del Sudan. Ma, dopo meno di tre anni come nazione sovrana, il Paese era già immerso in una guerra civile, da quando nel dicembre del 2013 Kiir (a destra nella foto sotto) accusò l’allora suo Vice Presidente Riek Machar (a sinistra nella stessa foto) di tramare un colpo di stato. I combattimenti tra i soldati fedeli ai leader rivali montarono in un conflitto etnico che ha ucciso decine di migliaia di di persone e ne dislocò più di due milioni.

Ad agosto 2015 le fazioni belligeranti hanno firmato un accordo di pace, finalizzato alla creazione di un governo di transizione di unità nazionale. Ad aprile Machar ritornò nella capitale Djuba ed è stato rinominato Primo Vice Presidente di Kiir. Tuttavia, nuovi scontri si scatenarono a Djuba a luglio, spingendo Machar a fuggire dalla capitale. Con un’azione che il suo campo ha dichiarato illegale, il leader ribelle è stato quindi sostituito come Vice Presidente e non è riuscito a tornare a Djuba. Altri 4.000 caschi blu dell’ONU sono stati autorizzati a entrare in Sud Sudan, al fine di riportare la calma dopo le recenti violenze.

Esempi delle inspiegabili ricchezze maturate da parte di funzionari che il rapporto cita includono il Generale Paul Malong Awan, Capo di Stato Maggiore Generale delle Forze Armate del Sud Sudan, che, pur percependo uno stipendio statale di circa 45.000 dollari USA all’anno, ha acquisito due ville di lusso in Uganda, nonché una dimora di 2 milioni di dollari USA in una comunità esclusiva della capitale del Kenya, Nairobi. È stato anche rilevato che membri delle famiglie sia di Kiir sia di Machar risiedevano in costose proprietà fuori dal Sud Sudan.

Il rapporto ha anche riscontrato la documentazione attestante che il dodicenne figlio del Presidente Kiir era stato nominato titolare di una partecipazione del 25 per cento in una holding costituita a febbraio. Questo nonostante la legge del Sud Sudan vieti ai titolari di cariche costituzionali di intraprendere attività di business al di fuori del governo, essendo ancora in carica.

L’accumulazione di ricchezza da parte di alte cariche del Sud Sudan si è verificata in un momento in cui l’economia del Paese è crollata, in gran parte a causa della crisi politica e del conflitto. Il Fondo Monetario Internazionale ha previsto a giugno che il deficit di bilancio del Paese per il 2016-17 potrebbe essere di 1,1 miliardi di dollari USA, costituendo il 25 per cento del PIL nazionale. L’inflazione ha raggiunto il 660 per cento e un recente rapporto riservato dell’ONU ha sostenuto che il governo stava spendendo denaro in armamenti, anziché finanziare i servizi sociali nel Paese.

* Conor Gaffey è un cronista di Newsweek con sede a Londra. Si occupa principalmente di tecnologia e scienza, ma anche di religione e sport

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Categories

Hijri Calendar

    January 2022
    Jamadil Awal - Jamadil Akhir 1443
    S M T W T F S
    1
    27
    2
    28
    3
    29
    4
    1
    5
    2
    6
    3
    7
    4
    8
    5
    9
    6
    10
    7
    11
    8
    12
    9
    13
    10
    14
    11
    15
    12
    16
    13
    17
    14
    18
    15
    19
    16
    20
    17
    21
    18
    22
    19
    23
    20
    24
    21
    25
    22
    26
    23
    27
    24
    28
    25
    29
    26
    30
    27
    31
    28