“La lunga marcia dell’Islam politico”

L’analisi storico-politica di Glauco D’Agostino sul fenomeno islamista

Immagine

L’Islamismo rivendica legittimità, basandola sulla profondità della propria Storia. Al di là delle contingenze, delle effimere vicende politiche correnti, rappresenta un riferimento necessario e permanente, pur nella ricerca di soluzioni tra loro eterogenee, con tutto il suo carico di formazione del pensiero, di lotte, di scontri, di contraddizioni e conferme, di cadute e resurrezioni.

L’intento dell’autore è quello di presentare i protagonisti di un filone di contropotere e rinnovamento islamico, sempre presente nella Storia dei Musulmani. Queste correnti “anticonformiste” e protestatarie hanno attraversato l’intero svolgimento della Storia politica islamica, anche e soprattutto quando il potere istituzionale era o è gestito da governanti musulmani. In questo senso l’Islam politico è sempre chiamato alla mobilitazione, specie quando forze cinicamente utilitaristiche, apertamente o subdolamente antagoniste, si frappongono tra il messaggio della Rivelazione e il compimento del suo destino storico.

copertina

Argomenti principali:

  • Potere califfale e pensatori religiosi;
  • Imperi Islamici tra conservazione e rinnovamento religioso;
  • Nuovi protagonisti e movimenti religiosi nel Vicino Oriente;
  • La resistenza delle avanguardie religiose;
  • La transizione politica e religiosa dell’800;
  • L’Africa Occidentale Francese e il tracollo ottomano;
  • Gli Islamici tra le due Guerre Mondiali;
  • Gli assetti coloniali nel secondo dopoguerra;
  • Il Medio Oriente dal declino franco-britannico alla guerra fredda;
  • L’avvento dei dispotismi socialisti arabi;
  • L’ascesa di Nasser in Egitto e l’interdizione dei Fratelli Musulmani;
  • La repressione contro i Fratelli Musulmani e l’affermazione del Partito Arabo Socialista Ba’ath;
  • Il declino di Nasser: dalla Guerra dei Sei Giorni all’avvento di Gheddafi;
  • Il Nord-Africa negli anni ’70: il Sahara Occidentale, Gheddafi e Sādāt;
  • Le mobilitazioni sciita in Iran e sunnita in Afghanistan;
  • La richiesta islamica di partecipazione popolare: i partiti negati e i movimenti di lotta;
  • Le fibrillazioni islamiche asiatiche negli anni ’90: l’Iraq, la Palestina, l’Afghanistan;
  • La sferzata teocratica talebana: l’Emirato Islamico di Afghanistan;
  • La radicalizzazione della sfida islamica al laicismo di stato;
  • Il Medio Oriente di fine secolo e la rivalsa contro l’islamismo radicale dopo l’11 settembre;
  • I Paesi musulmani e l’Islamismo nei primi anni 2000;
  • Il Mashreq e l’area Af-Pak dalla seconda crisi iraqena alla scomparsa di bin Lādin;
  • I successi elettorali di Ḥizb Allāh in Libano e di Ḥamās in Palestina;
  • I successi degli islamisti in Nord-Africa e la comparsa di al-Qāʿida nel Maghreb Islamico;
  • Il rovesciamento dei totalitarismi laici e il frutto del consenso popolare agli islamisti;
  • La “resistenza” in movimento.

GLAUCO D’AGOSTINO è architetto e pianificatore territoriale e studioso del mondo islamico. Ha svolto soprattutto ricerca sullo sviluppo, affrontando tematiche di respiro internazionale che lo hanno condotto ad estendere l’attenzione in particolare verso la Storia dei movimenti islamici, ma anche verso l’architettura religiosa dei Paesi extra-europei visitati: Islamica (Africa Settentrionale e Occidentale, Siria, India, Cina, Asia Centrale, Iran); Buddhista e Hindu (Sud-Est Asiatico, India, Nepal, Cina); Pre-ispanica in America Centrale e Perù; Taoista e Confuciana in Cina; Giainista in India. Tra le sue opere precedenti edite da Gangemi si segnalano Sulle Vie dell’Islam e Governo del territorio in Unione Sovietica, frutto di una lunga esperienza di ricerca istituzionale a Varsavia, Mosca e Boston, ma anche nei Paesi provenienti da economie a pianificazione centralizzata (Polonia, Russia, Armenia, Georgia, Uzbekistan, Turkmenistan, Cina, Vietnam, Laos e Cambogia).

 

Glauco D’Agostino

La lunga marcia dell’Islam politico. Contropotere, rinnovamento religioso e dinamismo militante

Gangemi Editore, Collana Sociologia, Politica, Diritto, Economia, ottobre 2013

Pagine: 240, Prezzo: € 20.00, Prezzo Ebook PDF: € 16.00

La scheda all’indirizzo http://www.gangemi.com/scheda_articolo.php?id_prodotto=4511

Un’anteprima del volume all’indirizzo http://flipbook.cantook.net/?d=http%3A%2F%2Fedigita.cantook.net%2Fflipbook%2Fpublications%2F32289.js&oid=170&c=&m=&l=&r=&f=pdf

 

retro di copertinaContent: Islamism claims legitimacy, as based upon the depth of its history. Beyond the contingencies of current ephemeral political events, it’s a necessary and permanent reference, while in search of mutually heterogeneous solutions, with all its load of thought formation, struggle, clashes, of contradictions and confirmations, falls and resurrections.

The author’s intention is to introduce the protagonists of a counter-power vein and Islamic renewal, always present in the Muslims’ history. These “nonconformist” and protester streams have crossed the entire course of Islamic political history, even and especially when institutional power has been or is managed by Muslim rulers. In this sense, political Islam is always called to mobilize, particularly when cynic and utilitarian forces, either openly or subtly antagonistic, stand between the Revelation message and the accomplishment of its historical destiny.

GLAUCO D’AGOSTINO is an architect and territorial planner and a scholar of the Islamic World. He has carried out research mainly on sustainable development, by addressing international issues that led him to focus on the history of Islamic movements, as well as to the religious architecture of the visited non-European countries: Islamic (Northern and Western Africa, Syria, India, China, Central Asia, Iran); Buddhist and Hindu (South-Eastern Asia, India, Nepal, China); Pre-Hispanic in Central America and Peru; Taoist and Confucian in China; Jainist in India.

Among all his previous productions published by Gangemi, there are the books Sulle Vie dell’Islam (Historical and Architectural Itineraries across the Islamic Countries, 2010) and Governo del territorio in Unione Sovietica (Strategic Regional Planning in the Soviet Union, 1993), the result of a long experience of institutional research in Warsaw, Moscow and Boston, but also in the countries coming from centralized economies (Poland , Russia, Armenia, Georgia, Uzbekistan, Turkmenistan, China, Vietnam, Laos and Cambodia).

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Categories

Hijri Calendar

    September 2019
    Muharram 1441
    S M T W T F S
    1
    1
    2
    2
    3
    3
    4
    4
    5
    5
    6
    6
    7
    7
    8
    8
    9
    9
    10
    10
    11
    11
    12
    12
    13
    13
    14
    14
    15
    15
    16
    16
    17
    17
    18
    18
    19
    19
    20
    20
    21
    21
    22
    22
    23
    23
    24
    24
    25
    25
    26
    26
    27
    27
    28
    28
    29
    29
    30
    1