India – Il nuovo complesso della Moschea di Ayodhya, che sostituirà la Babri Masjid, avrà un design futuristico

Il progetto, la cui prima pietra verrà posta il prossimo 26 gennaio, prevede anche un ospedale, un archivio museale e una biblioteca pubblica

Elaborazione da fonti: Debanish Achom, in NDTV, December 20, 2020, 1:01 pm IST; Revathi Krishnan, in ThePrint, 23 December 2020, 6:32 pm IST

Il Trust Indo-Islamic Cultural Foundation (IICF), incaricato della costruzione di una moschea ad Ayodhya, nell’Uttar Pradesh, ha reso noto il primo schema architettonico del progetto.

Progettista dell’opera è il Prof. Arch. Syed Moḥammad Akhtar, famoso architetto e Preside del Dipartimento di Architettura dell’Università Jamia Millia Islamia (Università Islamica Nazionale) di Delhī, il quale ha affermato che il nuovo complesso servirà la società nella sua totalità, con un ospedale caritatevole, un archivio museale, una biblioteca pubblica e una cucina comunitaria, tra le altre realizzazioni. “Non è solo una moschea, ma il complesso di una moschea”, ha detto.

Il 9 novembre dello scorso anno la Corte Suprema, pronunciandosi nell’ambito del caso Ram Janambhoomi [lett., Luogo di nascita di Rāma], aveva disposto la scelta di un terreno ad Ayodhya “idoneo” per la costruzione di una moschea e aveva sentenziato che ciò era necessario perché la Corte deve garantire che sia posto rimedio a un torto commesso. Il 6 dicembre 1992, infatti, un folto gruppo di attivisti hindu aveva demolito la Moschea di Babur del XVI secolo [foto sotto], dedicata al fondatore della Dinastia e dell’Impero Islamico Mughal, e aveva scatenato rivolte in tutto il subcontinente indiano. “La tolleranza e la convivenza reciproca alimentano l’impegno secolare della nostra nazione e del suo popolo”, avevano detto i giudici. Il governo dell’Uttar Pradesh, in linea con la pronuncia della Corte, aveva assegnato un terreno di cinque acri di terra al Consiglio Centrale delle Dotazioni Sunnite dell’Uttar Pradesh.

Ram Mandir-Babri Masjid Dispute: Supreme Court to Resume Hearing in Ayodhya Case Today

Il verdetto della Corte Suprema aveva anche aperto la strada per la costruzione nella stessa città del Ram Mandir, tempio dedicato a Śrī Ramachandra (o Rāma), 7° Avatāra di Viṣṇu [nelle foto sotto, un modello proposto per il tempio e un altro esposto nel campo Karsevakpuram di Ayodhya]. Il Primo Ministro Narendra Modi nel 1990 era stato uno degli organizzatori della campagna nazionale per un tempio hindu sul sito della Moschea di Babur, coincidente con il luogo ritenuto quello di nascita di Rāma. Dopo 29 anni, nell’agosto di quest’anno il Primo Ministro Modi era tornato ad Ayodhya [foto sotto], città santa hindu, per il Bhoomi Pujan [lett., l’Adorazione della terra, foto ANI in basso], la cerimonia di inaugurazione del tempio di Rāma, e aveva posato un mattone d’argento come parte della cerimonia.

Preparation for Ram Mandir Bhoomi Pujan Is In Full Swing In Ayodhya

Il complesso della moschea, da insediare nel villaggio di Dhannipur, vicino ad Ayodhya, e la cui prima pietra verrà posta il prossimo 26 gennaio in occasione della Festa della Repubblica, già nella prima fase prevede anche un ospedale caritatevole da 300 posti letto. Il Trust, che prevede di espandere l’ospedale nella seconda fase, ha dichiarato: “L’ospedale fornirà servizi all’avanguardia, molto necessari per la zona e le popolazioni vicine, concentrandosi sulla malnutrizione dei bambini e delle mamme in attesa. L’edificio ospiterà anche l’ufficio del Trust e la sua casa editrice incentrata sulla ricerca e la pubblicazione di studi di cultura e letteratura indo-islamica”.

Durante una presentazione del progetto presso il suo ufficio a Lucknow, capitale dell’Uttar Pradesh, il Trust IICF ha dichiarato che il nome della moschea deve ancora essere deciso, ma non sarà quello di nessun Imperatore o Re. Mostrata attraverso un’immagine generata al computer, la moschea progettata ha un’enorme cupola di vetro in un pittoresco giardino. Dietro la moschea si vede l’edificio dell’ospedale dal design futuristico. Il Trust, che ha anche mostrato i progetti di diverse moschee contemporanee di tutto il mondo, ha voluto sottolineare in una nota: “Il design riecheggia l’architettura moderna delle moschee di tutto il mondo”. La dichiarazione continua: “Il prof. Pushpesh Pant, consulente e curatore degli archivi e del museo sul sito, ha menzionato la necessità di un buon museo per mostrare i risultati e le lotte comuni delle comunità hindu e musulmane in India”. Lo stesso Prof. Akhtar ha affermato che nell’ethos indiano, persone di comunità diverse sono sempre state insieme. “Il legame tra diverse comunità e diversi gruppi religiosi è molto importante”.

La nuova moschea di Ayodhya sarà un edificio contemporaneo, senza cupole, minareti e archi stereotipati, ha detto il Prof. Akhtar. Sul motivo per cui antichi elementi dell’architettura islamica non siano stati incorporati nel nuovo progetto, Akhtar ha spiegato che si è sempre detto che l’architettura islamica fosse molto gradevole nel periodo medievale. “Tuttavia, anche oggi è molto gradevole non solo il periodo medievale”, ha detto. “Sto cercando un cambio di paradigma nel vocabolario dell’architettura islamica. Il passato è passato. Il passato non può essere il presente né il futuro. Bisogna staccarsene. È nostalgia; non può darti nulla”. Quando gli è stato chiesto se il passato controverso e aspro dell’intera questione di Ayodhya abbia avuto qualche incidenza sulla nuova struttura, Akhtar ha risposto: “Non sono interessato al passato o a scavarvi. L’architettura non può mai essere replicata; deve essere creata. Questa è stata la mia chiarezza ed è stato anche il modo in cui sono andato avanti”. Poi ha spiegato che il nuovo complesso a pianta rettangolare [foto sotto] funzionerà il più possibile con energia solare ed eolica e che il consumo di energia sarà ridotto. “Cercheremo di assicurarci che tutto funzioni con fonti di energia rinnovabile come l’energia solare ed eolica. Tuttavia questo potrebbe essere un po’ difficile per l’ospedale”, ha detto.

Parlando della visione che ispira il design futuristico, Akhtar ha detto: “Sono stato molto chiaro su questo fin dall’inizio. Si dovrebbe sempre ricercare l’architettura in quanto vettore per fare strada alla società”, ha detto. Sul fatto che il complesso della moschea sia il progetto più ambizioso e significativo della sua carriera, Akhtar ha detto: “Il mondo intero è in attesa di questo complesso, quindi, in questo senso, ci sono sicuramente responsabilità e pressione”.

Akhtar ha spiegato che il materiale (la pietra) e le tecniche per la costruzione del complesso della moschea non sono ancora stati fissati e che la ricerca è ancora in corso. “Verranno adottati solo i materiali e le tecniche più adatti. Vogliamo che questa sia una struttura duratura”, ha detto. “Il numero di persone che lavoreranno in questo progetto è difficile da dire poiché il lavoro in tali progetti è flessibile e in continua evoluzione”. Entrando nella questione dell’attuazione del complesso, Akhtar ha detto che si aspetta che la moschea venga costruita entro sei mesi dalla posa della prima pietra. Tuttavia, ha aggiunto che l’ospedale richiederà più tempo e sarà completato in “un altro anno o due”.

Print Friendly, PDF & Email

Categories

Hijri Calendar

    April 2021
    Sha'ban - Ramadhan 1442
    S M T W T F S
    1
    18
    2
    19
    3
    20
    4
    21
    5
    22
    6
    23
    7
    24
    8
    25
    9
    26
    10
    27
    11
    28
    12
    29
    13
    1
    14
    2
    15
    3
    16
    4
    17
    5
    18
    6
    19
    7
    20
    8
    21
    9
    22
    10
    23
    11
    24
    12
    25
    13
    26
    14
    27
    15
    28
    16
    29
    17
    30
    18