Archive for the TOP INTERNATIONAL NEWS Category

Ukraine – The world invokes peace. The Pattern? 2001 Afghanistan

by Glauco D’Agostino The situation in Ukraine is worrisome. The entire international community, notoriously pacifist, is calling for a fair solution. If there are internal political disputes in Ukraine, someone might make the first move to pacify that unfortunate land. Beyond any people’s feelings, diplomacies are looking for a solution. There are precedents that the […]


Read more →

Ucraina – Il mondo invoca la pace. Il Modello? L’Afghanistan del 2001

di Glauco D’Agostino La situazione in Ucraina è preoccupante. L’intera comunità internazionale, notoriamente pacifista, invoca una soluzione equa. Se esistono diatribe politiche interne in Ucraina, qualcuno deve prendere l’iniziativa per pacificare quella terra sfortunata. Al di là dei sentimenti popolari, le diplomazie cercano una soluzione. Esistono dei precedenti che il mondo intero, compreso l’ONU, ha […]


Read more →

Ukraine – The historical nemesis of the Western regime-change ideology

by Glauco D’Agostino It is called the heterogony of ends. The democratic West has placed regime change at the heart of its foreign policy. The aim of destabilising countries and overthrowing unwelcome governments has been the key strategy of its expansion. For example, it has done so by wars of invasion in Somalia, Afghanistan, Iraq […]


Read more →

Ucraina – La nemesi storica dell’ideologia occidentale del regime-change

di Glauco D’Agostino Si chiama eterogenesi dei fini. L’Occidente democratico ha posto il regime-change alla base della sua politica estera. L’intento di destabilizzare i Paesi e rovesciare i governi non graditi ha costituito la strategia principale della sua espansione. Lo ha attuato, per esempio, con guerre di invasione in Somalia, Afghanistan, Iraq, Libia; con colpi […]


Read more →

Politica sanzionatoria o propaganda sanzionatoria? – Le sanzioni mirate sono alla moda, ma non molto efficaci

Islamic World Analyzes propone queste riflessioni di Erica Gaston sull’inefficacia della politica sanzionatoria applicata dall’Occidente nel suo complesso. Politica sanzionatoria o propaganda sanzionatoria? L’autrice è persona corretta e si limita ad un’analisi sulle evidenze di un fallimento politico catastrofico delle azioni degli Stati Uniti e del dipendente Occidente. Islamic World Analyzes, andando oltre ogni “politically […]


Read more →

Kazakhstan – Disordini: stato di emergenza nazionale dopo che il Presidente Toқaev ha destituito il governo e assunto l’incarico di Presidente del Consiglio di Sicurezza

Un’alleanza guidata dalla Russia invia truppe dopo che il Presidente aveva chiesto l’aiuto di forze armate da Paesi post-sovietici. Il possibile impatto economico dei disordini sul confinante Kyrgyzstan, visto che le strade per la Russia passano oggi solo attraverso il Kazakhstan Elaborazione da fonti: Ivan Nechepurenko, Valerie Hopkins and Andrew E. Kramer, in The New […]


Read more →

Afghanistan – While Kabul is freed, the Tālibān, welcomed with no people’s resistance, put an end to the international occupation

Pending the proclamation of the Islamic Emirate The jihād white flag with the Kalima is waving now over the Presidential Palace. Like the Americans, former President Ashrāf Ghani fled while peoples welcome the liberators. All the Western countries governments and NATO are embarrassed by the bitter defeat. Even the UN babbles words of peace, forgetting […]


Read more →

Afghanistan – Liberata Kabul, i Tālibān, accolti senza resistenza dalla popolazione, pongono fine all’occupazione internazionale

In attesa della proclamazione dell’Emirato Islamico La bandiera bianca del jihād con la Kalima sventola ora sul Palazzo Presidenziale. Come già gli Americani, in fuga l’ex Presidente Ashrāf Ghani, mentre la popolazione accoglie i liberatori. In imbarazzo tutti i governi dei Paesi dell’Occidente e la NATO per la cocente sconfitta. Anche l’ONU balbetta parole di […]


Read more →

America trembles in the face of an “insurrection” of “a limited number of extremists”

The hypothesis of a “coup d’état chirurgical” against Trump, a victim of “Sulaimānī’s curse”, fell. The weak American democracy discovers the futility of its alleged power and falters because of a small extremist group. The virus (Trumpism) is internal and large aircraft carriers or atomic bombs cannot defeat it. Will the next President Biden be […]


Read more →

L’America trema di fronte ad una “insurrezione” di “un limitato numero di estremisti”

Cade l’ipotesi di un “coup d’état chirurgical” contro Trump, vittima della “maledizione di Sulaimānī”. La debole democrazia americana scopre l’inutilità della sua presunta potenza e vacilla per un piccolo gruppo estremista, perché il virus (il Trumpismo) è interno e non si può sconfiggere con le grandi portaerei o con le bombe atomiche. Il prossimo Presidente […]


Read more →

Riyāḍ, Kingdom of Saudi Arabia – November 21st–22nd, 2020: G20 summit


Read more →

Stati Uniti d’America – Dall’assassinio di precisione di Sulaimānī alla spietata uccisione di Floyd

“I CAN’T BREATHE” Sotto la minaccia dell’intervento dell’Esercito, emerge il volto di Washington basato sulla violenza e una strana interpretazione dei diritti umani. Per caso siamo tutti George Floyd? Eh, no, che c’entra questo! Stiamo parlando di un Paese democratico e per definizione il migliore! E intanto il programmato G-7 diventa G-11 in funzione anti-cinese. […]


Read more →