Algeria – Il salafita Shaykh ‘Alī Belhadj arrestato durante una protesta

Fig. 52 - Lo Shaykh algerino ‘Alī Belhadj

Elaborazione da fonte: Asharq Al-Awsat – 22/04/2013 – 16:21:16

Sabato scorso le forze di sicurezza algerine hanno arrestato il salafita Shaykh ‘Alī Belhadjco-fondatore del disciolto Fronte Islamico di Salvezza (FIS). Belhadj aveva intenzione di partecipare a Tizi Ouzou, 70 miglia ad est di Algeri, ad una protesta organizzata dal Raggruppamento per la Cultura e la Democrazia, che è considerato un partito di opposizione, e dal Movimento per l’Autonomia della Cabilia, un’organizzazione non riconosciuta fondata in Francia nel 2011 e guidata dal noto cantante berbero Ferhat Mehenni.

La protesta chiedeva al governo di concedere alla lingua Amazigh (il Berbero) lo status di lingua ufficiale e quindi il suo riconoscimento. Altre manifestazioni hanno avuto luogo in diverse aree della Cabilia, una regione che copre diverse province nel nord dell’Algeria genericamente unite dalla comune eredità berbera.

Nel corso degli ultimi 40 anni Belhadj è stata una delle figure più in vista dell’opposizione in Algeria. Ha trascorso 12 anni in carcere dal 1991 al 2003 per una condanna per “minaccia alla sicurezza dello Stato”. Il fratello `Abdul-Ḥamīd ha dichiarato che la polizia spesso arresta ‘Alī prima dei cortei e delle manifestazioni anti-regime, al fine di impedirgli di istigare i manifestanti, per poi rilasciarlo nel corso della giornata, dopo la conclusione delle proteste.

Le forze di sicurezza hanno arrestato anche 30 persone che hanno partecipato a una marcia nella città di Bouira, 62 miglia a nord della capitale. Sono stati accusati di atti vandalici contro la proprietà pubblica e contro veicoli di proprietà privata. I manifestanti, molti dei quali sotto i 25 anni, hanno scandito slogan anti-regime, accusando il governo di “aver commesso crimini contro la cultura amazigh”.

Dimostrazioni sullo stato della lingua e della cultura amazigh sono organizzate ogni anno in Cabilia per commemorare la protesta del 20 aprile 1980 (la “Primavera berbera”), inscenata dagli intellettuali cabili nei confronti del governo nazionalista guidato dal Fronte di Liberazione Nazionale e sfociata in violenza.

Nel 2002 il Presidente Bouteflika aveva chiesto al Parlamento di ratificare gli emendamenti costituzionali volti a riconoscere la lingua amazigh come lingua nazionale, tuttavia rifiutandosi di riconoscerla come lingua ufficiale accanto all’Arabo.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Categories

Hijri Calendar

    March 2021
    Rajab - Sha'ban 1442
    S M T W T F S
    1
    17
    2
    18
    3
    19
    4
    20
    5
    21
    6
    22
    7
    23
    8
    24
    9
    25
    10
    26
    11
    27
    12
    28
    13
    29
    14
    30
    15
    1
    16
    2
    17
    3
    18
    4
    19
    5
    20
    6
    21
    7
    22
    8
    23
    9
    24
    10
    25
    11
    26
    12
    27
    13
    28
    14
    29
    15
    30
    16
    31
    17